Biotecnologie

Le biotecnologie sono un ramo della biologia e, nello specifico, consistono in applicazioni tecnologiche che fanno uso dei sistemi biologici, degli organismi viventi (batteri, lieviti, cellule vegetali, cellule animali di organismi semplici o compless) o dei loro derivati per produrre oppure modificare prodotti o processi per uno scopo ben definito.

Le biotecnologie identificano cioè l’applicazione delle conoscenze biologiche a livello cellulare e biomolecolare per l’ottenimento di beni e servizi.

Le discipline in campo biotecnologico stanno assumendo un ruolo sempre più importante e fondamentale per quanto riguarda tutti i vari settori della ricerca scientifica, in particolare le materie biotecnologiche hanno assunto rilevanza notevole:

  • in ambito farmaceutico (biotecnologie farmaceutiche) in merito alla ricerca sui processi biomedici dei farmaci;
  • nel settore industriale (biotecnologie industriali) per lo studio dei processi di produzione di prodotti chimici, biomassa e energia;
  • nel settore alimentare (biotecnologie agroalimentari) in merito allo studio dei vari processi agricoli.

Per svolgere questa funzione le biotecnologie necessitano ovviamente dell’apporto di determinati strumenti, uno dei più importanti è l’ingegneria genetica che, come si intuisce dal nome, si occupa principalmente del clonaggio dei geni umani e di tutte quelle analisi utili alla ricerca in ambito genetico e di codificazione del DNA, quindi costruire genoteche, controllare le attività di una determinata proteina, effettuare test genetici.

L’utilizzo delle conoscenze biologiche è però determinante anche  per l’ingegneria delle cellule e dei tessuti, per le biotecnologie di processi quali bioreattori, fermentazione, processi biotecnologici produttivi, estrazione metalli con batteri, biocatalizzatori nella fabbricazione della carta, biodesulfurazione, decontaminazione del suolo e biofiltrazione.

Le biotecnologie sono inoltre strettamente correlate al settore della bioinformatica, quel ramo della biologia che si avvale del supporto di strumenti e processi informatici per la risoluzione di problemi biologici. Se pur un settore interdisciplinare, quello della bioinformatica è un campo fondamentale per le biotecnologie, in particolare per ciò che riguarda la genomica funzionale, strutturale e proteica nonché nello studio di nuovi farmaci.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *